Escursioni /1

Queste pagine non pretendono di esaurire le innumerevoli possibilità di escursione, a piedi, a cavallo, in mountain bike, o di visita a luoghi interessanti dal punto di vista artistico e naturalistico, che la Garfagnana e i suoi dintorni hanno da offrire ma, semplicemente, fornire uno spunto ed alcune informazioni per trarre il meglio dalla vostra visita e conservare il miglior ricordo del vostro soggiorno.


Escursioni a piedi

Una vasta rete di sentieri copre il territorio del Parco, circa un centinaio sono quelli segnalati dal Club Alpino Italiano, a questi si aggiungono gli itinerari di lunga percorrenza realizzati dalle Comunità Montane, come il Garfagnana Trekking, l’Apuane Trekking, il Lunigiana Trekking o l’Alta Via delle Apuane.
Per informazioni:

  • www.parks.it/parco.alpi.apuane

  • www.alpiapuane.com

  • Escursioni in bici
    Numerose sono le possibilità di compiere escursioni in mountain bike lungo i sentieri e le strade sterrate all’interno del Parco delle Apuane o lungo la valle del Serchio. Molto interessante la possibilità offerta dal servizio treno+bici delle FS; tutti i treni della linea Lucca-Aulla, e diversi della linea litoranea, garantiscono,infatti, questo servizio che ci permette di fare itinerari di attraversata utilizzando il treno per rientrare al punto di partenza.
    Per Informazioni:

  • www.parks.it/parco.alpi.apuane

  • www.mountainbikebarga.it

  • Escursioni in grotta
    Le Alpi Apuane sono famose per il loro marmo di qualità pregiata, utilizzato anche da Michelangelo Buonarroti. Tra le caratteristiche da non perdere anche la presenza di 1300 grotte di varia grandezza, visitabili dal grande pubblico ma anche da speleologi esperti. Si ricordano in particolare la Grotta del Vento e l’ Antro del Corchia.
    Per Informazioni:

  • http://grotte.toscana.it/alpi_apuane.html

  • Parco Regionale delle Alpi Apuane
    Costituito nel 1985 comprende l’intero massiccio delle Apuane che, in pochi chilometri, si innalzano dalla breve pianura della Versilia ai 1947 mt del monte Pisanino. Famose in tutto il mondo per la bellezza dei propri marmi, cavati ancora oggi con metodi tradizionali, le Apuane danno ospitalità al Gracchio Corallino, all’Aquila Reale, al Falco Pellegrino, alla pernice rossa e alla rondine montana.
    Per Informazioni:

  • www.parcapuane.toscana.it

  • Parco Naturale dell’Orecchiella
    Vasta area montana sulla dorsale Appenninica dove la natura regna sovrana. All’interno possibilità di brevi passeggiate, di affrontare i più impegnativi sentieri Airone (da 5 ore a 2 giorni) e di collegarsi al tracciato della Grande Escursione Appenninica. Un piacevole itinerario porta all’Orto Botanico della Pania di Corfino (visite guidate). Centro Visitatori aperto la Domenica da Pasqua al 1 Novembre, tutti i giorni dal 1 Luglio al 15 Settembre.


    Oasi LIPU di Campocatino
    All’interno del Parco delle Apuane, ai piedi del monte Roccandagia. Centro Visite, Sentieri Natura e il notevole complesso di “caselli” di pietra, posti ai margini di un circo glaciale, usati come abitazioni estive dai pastori transumanti. La strada per Campocatino costeggia il lago artificiale di Vagli da cui periodicamente riemerge il paese sommerso di Fabbriche di Careggine e dove un sentiero conduce dalla Diga al centro di Vagli di Sotto su un promontorio sul lago. Noleggio barche e canoe.


    Grotta del Vento
    Sul versante interno delle Apuane si può visitare uno dei fenomeni carsici più estesi d’Europa. Tre itinerari di una, due e tre ore con esperte guide speleologhe. Aperta tutto l’anno. Tel. 0583-722024 . La visita alla grotta può essere associata ad una sosta all’Eremo di Calomini, ultimato nel 1700, situato in una grotta alta 68mt e per secoli abitato dai frati agostiniani a cui sono subentrati ora i capuccini.


    Il sentiero dell’Ariosto
    Dedicato all’illustre poeta Ludovico Ariosto, che a Castelnuovo Garfagnana soggiornò come governatore della casa d’Este dal febbraio 1522 al marzo 1525 e che qui scrisse le sue famose Epistole, è una piacevole passeggiata nei dintorni di Castelnuovo. Durata 1h 30’, dislivello 250mt.


    Ponte della Maddalena (o del Diavolo)
    Costruito intorno all’anno 1000 il ponte, dall’impareggiabile stile architettonico, lungo 93,10 mt, venne fatto costruire dalla contessa Matilde ed è costituito da tre archi minori e da un quarto che sale ripidissimo sul livello del fiume Serchio. È uno dei simboli della zona.